30/03/16: In viaggio con La Valigia Rossa… fino a LibriamoTutti.

30/03/16: In viaggio con La Valigia Rossa… fino a LibriamoTutti.

in viaggio con la valigia rossa
Questa fine di marzo di Libriamo Tutti è proprio dedicato alle donne!
Dopo I monologhi della Vagina, prosegue il discorso sul rapporto tra le donne e il proprio corpo: mercoledì prossimo parleremo di sessualità femminile, partendo dall’attività dell’associazione La Valigia Rossa e con il patrocinio di 2Lei in Second Life.

Intervisteremo Francesca D’Onofrio, psicoterapeuta, docente e consulente per la salute e il benessere psicosessuale delle donne, che ci parlerà del suo libro “In viaggio con La Valigia Rossa – Indagine casuale e semiseria sulla sessualità delle italiane di oggi” e anche de La Valigia Rossa, appunto.
Si tratta dell’esperienza di Francesca, in giro per l’Italia con La Valigia Rossa, nella sua attività di promozione della conoscenza della sessualità nelle varie fasi della vita, il diritto a vivere il proprio piacere senza sensi di colpa e aggiungendo un pizzico di ironia.
Tutto questo per una maggiore consapevolezza di sé stesse e per una migliore armonia nei rapporti con i partner.
Insomma, si parla di cose serie ma con leggerezza, come ci piace fare a Libriamo Tutti.
Potrete seguire l’evento anche in diretta streaming su: http://www.libriamotutti.it/diretta/
Vi aspettiamo!

Quando: mercoledì 30 marzo 2016, alle ore 22.00
Dove: Libriamo Tutti http://maps.secondlife.com/secondlife/Coral%20Breeze/189/233/21
Diretta streaming su: http://www.libriamotutti.it/diretta/
Per info: Maryhola McMillan e Imparafacile Runo o via email a libriamotutti@libriamotutti.it
Sito del progetto Libriamo Tutti: http://www.libriamotutti.it/
Sito di Francesca: http://www.francescadonofrio.com/
Il libro di Francesca su FB: https://www.facebook.com/In-viaggio-con-la-Valigia-Rossa-973606142704663/
Sito de La Valigia Rossa: http://www.lavaligiarossa.eu/it/
target=”_blank”>http://www.francescadonofrio.com/
Sito di 2Lei in Second Life: http://secondlife2lei.blogspot.it/
2Lei in Second Life in FB: https://www.facebook.com/2Lei2life/timeline
Evento a cura dello staff Libriamo Tutti con il patrocinio di 2Lei in Second Life.

Libriamo Tutti a #CartaCarboneFestival

Libriamo Tutti a #CartaCarboneFestival

05-LibriamoTutti-a-Carta-Carbone-Festival-b

Barbara Fiorio

fiorio
Barbara Fiorio a #CartaCarboneFestival 2015

Il primo incontro a cui abbiamo partecipato è stato con Barbara Fiorio, autrice del romanzo Qualcosa di vero, edito da Feltrinelli.
In una cornice di favole e fumetti, di personaggi dai colori vivi e pulsanti e dei quali l'autrice ci ha letto alcuni passaggi, il libro narra la storia avvincente dei rapporti tra le generazioni.
Ringraziamo Barbara Fiorio per la simpatia con la quale ci ha accolti e ci ha la lasciato una dedica.
Parola d'ordine: e Zorro esiste!

Nanni Balestrini

Nanni Balestrini
Nanni Balestrini a CartaCarboneFestival 2015
Nanni Balestrini, esponente di rilievo della neoavanguardia ("Gruppo 63" "Novissimi") autore letterario, saggista, artista visivo e sperimentatore delle relazioni tra testo e immagine.
A  CartaCarboneFestival per parlare di Carbonia. Eravamo tutti comunisti, edito da Bompiani, romanzo storico col quale Balestrini fa parlare il suo personaggio per mezzo della creazione di una lingua scritta nuova e prorompente che si fa mimesi del racconto orale. Un personaggio del quale, pur traendo origine da una persona reale, non conosciamo il nome poiché simbolo del personaggio collettivo portatore a sua volta della weltanschauung collettiva dell'uomo in lotta.

Giulio Giorello e Giovanni Boniolo

Giulio Giorello e Giovanni Boniolo
Giulio Giorello e Giovanni Boniolo a CartaCarboneFestival
Filosofia e autobiografia.
Filosofia e autobiografia.
I due filosofi e docenti universitari hanno ripercorso le tappe della loro formazione culturale e hanno sottolineato l'importanza dello studio della filosofia in quanto offre gli strumenti per poter operare delle scelte consapevoli. Boniolo, laureato anche in fisica, e Giorello, con una laurea anche in matematica, hanno caldamente invitato i numerosi studenti presenti all'incontro ad acquisire una preparazione scientifica oltre che filosofica. "Studiate fisica in Italia e poi andate all'estero a studiare filosofia", il consiglio di Boniolo.
Si è parlato anche di letteratura e di libri. Giorello ha messo in evidenza che la lettura di scrittori filosofi come Kafka, Mann e soprattutto Joyce col suo Ulisse, è stata per lui fondamentale nella scelta di studiare filosofia. Alla domanda su quali siano il libro e la persona della sua vita, Giorello ha risposto: i Canti di Leopardi; Russell e Geymonat per quanto riguarda le persone. Non ha nominato Spinoza solo perché citato a varie riprese come determinante nella sua formazione.
L'incontro si è concluso con una riflessione sul ruolo della filosofia in un momento storico in cui i nuovi mezzi di comunicazione offriranno uno strumento potente per future evoluzioni del pensiero. — presso Museo Santa Caterina

Paolo Nori e Gabriele Romagnoli

Paolo Nori, introdotto da Mitia Chiarin, legge un brano tratto dal suo ultimo romanzo, La piccola Battaglia portatile, edito da Marcos y Marcos
Gabriele Romagnoli, presentato da Sara Salin, col suo ultimo libro Solo bagaglio a mano, Feltrinelli Editore libro che sfugge all'appartenenza a un genere letterario specifico.

Paolo Nori
Paolo Nori a CartaCarboneFestival 2015
Gabriele Romagnoli
Gabriele Romagnoli a CartaCarboneFestival 2015

Paolo Maurensig

Paolo Maurensig
Paolo Maurensig a CartaCarboneFestival 2015
Nel suo ultimo romanzo, Teoria delle ombre, lo scrittore friulano declina in nuove varianti le sue due grandi passioni: scacchi e musica.
L'autore torna a pubblicare con la casa editrice Adelphi dopo più di un ventennio per raccontare gli ultimi anni di vita dello scacchista Alexandre Alekhine, morto in circostanze sospette.
Il gioco degli scacchi si fa metafora della vita. Così come l'intera partita a scacchi si svolge sotto la minaccia dello scacco al Re, così la vita si sviluppa sotto la minaccia della morte. Nel momento in cui lo scacco al Re diventa ineludibile e si trasforma in matto, il gioco termina e la presa del Re si compie al di fuori della scacchiera e della partita. Parallelamente, nella vita, quando la morte cessa di essere minaccia e diventa realtà, ciò avviene al di fuori della vita stessa. — presso Museo Santa Caterina.

Kader Abdolah

Kader Abdolah
Kader Abdolah a CartaCarboneFestival 2015
Lo scrittore persiano - e non iraniano, come egli stesso tiene a sottolineare - emigrato in Olanda trent'anni fa, ha presentato il suo ultimo romanzo, Scrittura cuneiforme, edito da Iperborea. Il libro narra del rapporto di un figlio col padre sordomuto. Finché Ismail, questo il nome del figlio, viveva nella terra natia, fungeva da tramite tra il padre e il mondo. Esule poi in Olanda, riceve un taccuino sul quale il padre aveva registrato i suoi pensieri in misteriosi caratteri cuneiformi copiati da un'iscrizione rupestre. Ismail si sente in dovere di tradurlo.
La storia narrata rispecchia la vera storia dell'autore. Quando giunse in Olanda, Kader si sentì anch'egli sordomuto, incapace di comunicare in una lingua a lui sconosciuta. Si rese conto che da parte degli olandesi c'era la necessità di capirlo e decise di scrivere nella loro lingua per cambiarli ed essere a sua volta cambiato.
A questo punto l'incontro è diventato un'occasione di riflessione e di confronto sul tema dell'immigrazione.
La travolgente verve di Kader e il suo caleidoscopio di aneddoti hanno coinvolto il pubblico presente. Non è stata per noi una sorpresa. Tommy Wieringa, un altro scrittore olandese dalla grande carica di simpatia e sempre edito da Iperborea, ci aveva messo sull'avviso quando, in occasione della scorsa edizione di Incroci di civiltà a Venezia, ebbe occasione di citarlo. — presso Fondazione Benetton Studi Ricerche.

I librai della Libreria MarcoPolo

I librai della Libreria MarcoPolo
I librai della Libreria MarcoPolo a CartaCarboneFestival 2015
Il juke-BOOKS della Libreria MarcoPolo
Il pubblico sceglie i libri da leggere.
A "suonare", ora, è Scarti di Jonathan Miles, pubblicato da  minimumfax — presso Loggia dei Cavalieri.

6 segnalibri da #PordenoneLegge

6 segnalibri da #PordenoneLegge

LibriamoTutti ha partecipato in gruppo a PordenoneLegge. Ciascuno di noi si è portato a casa da questa esperienza un pensiero, una riflessione, un segnalibro. Ora li abbiamo raccolti qui, tutti assieme, per farvi rivivere con noi la nostra PordenoneLegge

Sandra Ermini (aka Gea Demina)

Lo avevo scritto in un tweet il sentimento che mi sarei portata dentro da @pordenonelegge: la speranza in una civiltà migliore se il libro diventa festa, incontro, partecipazione, scambio di idee in una città stretta intorno al suo evento.
PordenoneLegge-piazza-piena-di-libri
E ancora risuonano per me le voci di tanti che amano la parola e la scrittura o che la praticano alla luce dei riflettori o no. Fra tutte le voci il mio segnalibro si colloca su quelle di due insegnanti, Roberto Vecchioni e Antonio Scurati e sul loro ricercare l’umanesimo in epoche diverse, l’uno nella grecità, l’altro nella Resistenza.

Marianna Giacomel (aka Lumières)

Storie e cambiamento. Storie di vite in cammino. A unirle, il respiro ampio della riflessione su una società che muta. In ogni angolo del mondo.
L'Egitto di Filali, il suo narrare di persone comuni, a testimonianza che una società non regredisce, bensì evolve.
Il Canada di MacDonald, che porta alla luce la necessità di partire dall'elaborazione del sé per aprirsi all'altro.
Il viaggio metaforico dell'uomo nella Praga di Ajvaz.
La riflessione universale sulla condizione umana, a partire da una dolorosa vicenda privata, di Faber.
Chiude il cerchio Leavitt, per il quale l'unico eroe possibile è l'uomo che ha il coraggio di cambiare. Quando lessi il suo ultimo libro, sottolineai un passaggio in particolare, perché dà voce alla mia personale necessità del cambiamento e del rimettermi in discussione.
segnalibro-Marianna
Capita. Si intrecciano, a PordenoneLegge, le storie: quelle narrate, quelle vissute dagli autori, quelle dei lettori.

Elisabetta Cocco (aka Maryhola McMillan)

La letteratura, la lettura, l'esperienza, il viaggio, le persone. A Pordenone ho trovato tutto.
Una manifestazione puntuale, ordinata, di qualità, pensata e realizzata per le Persone, per i Lettori, per la Letteratura, per gli Autori. Un'atmosfera garbata e accogliente.
segnalibro-maryhola
Tra tanti Autori: Foot, con la mia amata follia, Faber, Carrère, Leavitt, Vecchioni.
Tra le Persone, i miei amici, finalmente tutti insieme, fisicamente, agli eventi, alle riunioni e al lavoro: solo conferme, dopo tanto tempo, e dettagli preziosi, regalati da sensi un po' penalizzati dalla dimensione virtuale: la vista e il tatto. Ma erano proprio loro, proprio lì, insieme a me.
Spero di tornare, per tutto questo.

Matteo Laudato (aka Linteus Dench)

Tornare a Pordenone dopo tanti, davvero tanti, anni e ritrovarla più bella di quanto ricordassi. Sotto un sole cristallino, la gente a fare la spola, tra la trama di tanti libri e l’ordito dei portici. Sedersi insieme ed ascoltare i libri raccontare di chi li ha scritti. Non importa affatto se il nome in copertina è famoso.
segnalibro-Linteus
E’ stato un lusso guadagnato quel tempo per sedersi ed ascoltare, ascoltare davvero, uomini e donne che raccontano l’avventura di scrivere. E poi che forti quei ragazzi e quelle ragazze, sempre pronti e sorridenti, con il loro entusiasmo e le loro magliette gialle alate. E infine l’abbraccio dei miei amici, per la prima volta così caldo e reale. Lo porto con me nella valigia, insieme a tanti libri. L’inverno non fa paura.

Clara Giangaspero (aka claragianga)

La Pordenone che ho vissuto è un festoso e sincero brulicare attorno a un unico scopo, divenuto ormai raro: l'ascolto. Un ascolto complesso e completo, quello dei libri raccontati dai loro autori, quello delle parole (scritte, raccontate, a volte mute e affidate alle immagini, ai gesti, alla musica), quello dei sensi e delle emozioni condivise quando si fa parte di un pubblico che vuole - anche solo per un'ora - pensare e "stare dentro" alle cose.
segnalibro-Clara
Una conquista definitiva, umana e culturale.

Giovanni Dalla Bona (aka Imparafacile Runo)

Si può arrivare a PordenoneLegge per caso, o perché te ne hanno parlato i tuoi amici, o perché hai visto passare la notizia da qualche parte.
Anzi, no, a PordenoneLegge non arrivi mai per caso, ci arrivi sempre perché ami leggere.
A PordenoneLegge arrivi perché la tua vita non ti basta, perché sai che ce ne sono mille altre che possono arricchire la tua e vuoi leggere queste altre vite nelle pagine di chi le sa raccontare.
segnalibro-Impa
Se sei fortunato (e io lo sono), arrivi a PordenoneLegge anche perché hai degli amici da incontrare e le loro vite non le leggi, ma arricchiscono la tua, semplicemente incrociandola.
Se sei fortunato (e io lo sono), quando finisce PordenoneLegge incominci subito ad aspettare il prossimo PordenoneLegge, con i prossimi libri e i prossimi incroci di vite.

Le foto di LibriamoTutti a #PordenoneLegge (edizione 2015)

Le foto di LibriamoTutti a #PordenoneLegge (edizione 2015)

Dopo anni di lavoro svolto on line, noi di LibriamoTutti abbiamo approfittato di PordenoneLegge (edizione 2015) per incontrarci finalmente tutti dal vivo. Con queste foto vi raccontiamo la nostra avventura.

Zerocalcare

Immagine 1 di 40

SABATO 19 SETTEMBRE 2015 Biblioteca Civica, Chiostro Dimentica il mio nome Incontro con Zerocalcare. Presenta Davide Toffolo

 

20/09: La Festa di LibriamoTutti a PordenoneLegge 2015

20/09: La Festa di LibriamoTutti a PordenoneLegge 2015

La nostra avventura a Pordenonelegge continua, tra interviste, presentazioni, eventi. Facciamo così la nostra parte nel socialmedia team del Festival al quale siamo stati invitati a partecipare.
Sono giornate intense di post, live twitting, tra comunicazione e spettacolo. E cercando nuovi modi di condividere la nostra fantastica esperienza con gli amici del mondo fisico e di quello virtuale, ci è venuta una idea bellissima: una festa.

Domenica sera, 20 settembre, alle 21, se siete stanchi di passeggiare per Pordenone e volete conoscerci meglio o siete curiosi di esplorare gli ambienti magici e bizzarri in cui ci muoviamo da anni per promuovere la lettura, la letteratura e la cultura in genere, venite a festeggiare con noi.
VI aspettiamo al Caffè Nuovo di via Mazzini, 1 a Pordenone, oppure in SL, a Imparafacile Island.
Ci troveremo in tanti, per divertirci insieme e condividere le esperienze di questa magnifica avventura, e ci collegheremo in SL dove saranno con noi Mariangela Galatea Vaglio, autrice di “Didone, per esempio” e “Socrate, per esempio” e Iuri Moscardi dello staff della Twitteratura.
Vi aspettiamo tutti, domenica 20 settembre, a Pordenone e in Second Life!

Quando: domenica 20 settembre 2015, dalle ore 21.00
Dove (in real): Caffé Nuovo, Via Mazzini, 1, Pordenone
Dove (in Second Life): Sede PordenoneLegge in SL http://maps.secondlife.com/secondlife/Imparafacile/118/106/2998
Per info: Maryhola McMillan e Imparafacile Runo o via email a libriamotutti@libriamotutti.it
Sito del progetto Libriamo Tutti: http://www.libriamotutti.it/
Evento a cura dello staff Libriamo Tutti