Da Alice ad Alice: un MoovieBook in sei sequenze

Quella dell’ultimo MoovieBook della stagione 2014/15 è stata una serata trascorsa tra immagini visionarie, filastrocche e giochi linguistici, personaggi fantastici.

Maryhola e Andrea Icardi infatti hanno scelto di trasportarci, con l’aiuto della suggestiva scenografia creata da Linteus, nel film “Alice in Wonderland” di Tim Burton che si è ispirato ai due classici e conosciutissimi libri di Lewis Carroll: “Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie” e “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò”.

Poiché il film ne costituisce un ottimo esempio, Andrea Icardi ha isolato i meccanismi ricorrenti nelle narrazioni, codificati già nella fiaba o nell’epica: 1) Situazione iniziale 2) Rottura dell’equilibrio 3) Peripezie dell’eroe 4) Ristabilimento dell’equilibrio e risoluzione della vicenda.

Ecco allora Alice in Wonderland in sei sequenze, così come ce l’hanno proposta i due conduttori della serata

conilpadre1° video: Mondo ordinario. È una parte che non trova riscontro nel libro e introdotta da Tim Burton: racconta l’importanza della figura paterna per Alice e il rimpianto al momento della sua perdita.


aiutanti
2° video Mondo straordinario o allontanamento e partenza dell’eroe. Alice si aggira nel Paese delle meraviglie, un classico paesaggio alla Burton che cita suoi precedenti film e si avvale ampiamente di computer grafica, di tecnologie visive e di fotografia. In un ambiente dark e perturbante, Alice incontra gli aiutanti che la accompagneranno nelle prove da superare.

cappellaioincontro3° video: Il Cappellaio Matto. All’eroe è imposto un compito: combattere per la vittoria della Regina Bianca sull’usurpatrice Regina Rossa e permettere al Cappellaio Matto di celebrarne il ritorno con il ballo della “deliranza”, simbolo di gioia e orgoglio.

amarealice4° video: Amare Alice. Tim Burton dà un’interpretazione molto personale del Cappellaio Matto, discostandosi dal libro e facendone una sorta di alter ego di Carroll, rivelatore dei sentimenti che lo scrittore provava per la vera Alice. “Com’è che ogni volta che ti incontro sei troppo piccola o troppo grande?” Amare Alice è impossibile, lo si può sognare, ma anche nel sogno i due personaggi sono destinati a non incontrarsi.

ribellatevifalsificazione5° video: Falsificazione. Smascheramento dell’antagonista. “Ribellatevi alla Regina Rossa!” e all’esortazione del Cappellaio cadono nasi finti, protesi e travestimenti dei cortigiani ipocriti che si erano deformati per compiacere la Regina Rossa. La storia volge al termine e ci si avvicina a un mondo meno artificioso.

potrestirestareho cosedafare6° video: Ritorno al mondo ordinario. L’addio di Alice al Cappellaio e al sogno. “Potresti restare” è l’invito del Cappellaio Matto. “Che bella idea. Che folle, pazza, meravigliosa idea. Ma non posso. Ci sono domande a cui devo rispondere, cose che devo fare.” È la risposta di Alice, determinata a crescere e affrontare la maturità.

 

Comments

comments